notizia

La tecnologia di disinfezione con raggi ultravioletti (UV) è stata la protagonista nel trattamento dell'acqua e dell'aria negli ultimi due decenni, in parte grazie alla sua capacità di fornire il trattamento senza l'uso di sostanze chimiche dannose.

UV rappresenta le lunghezze d'onda che cadono tra la luce visibile e i raggi X sullo spettro elettromagnetico. La gamma UV può essere ulteriormente suddivisa in UV-A, UV-B, UV-C e Vacuum-UV. La porzione UV-C rappresenta le lunghezze d'onda da 200 nm a 280 nm, la lunghezza d'onda utilizzata nei nostri prodotti di disinfezione LED.
I fotoni UV-C penetrano nelle cellule e danneggiano l'acido nucleico, rendendole incapaci di riprodursi o microbiologicamente inattive. Questo processo si verifica in natura; il sole emette raggi UV che si comportano in questo modo. 
1
Al più freddo, utilizziamo diodi a emissione di luce (LED) per generare alti livelli di fotoni UV-C. I raggi sono diretti verso virus, batteri e altri agenti patogeni nell'acqua e nell'aria o sulle superfici per renderli innocui in pochi secondi.

Allo stesso modo in cui i LED hanno rivoluzionato il settore dei display e dell'illuminazione, la tecnologia LED UV-C è destinata a fornire soluzioni nuove, migliorate ed estese sia nel trattamento dell'aria che dell'acqua. La protezione post-filtrazione a doppia barriera è ora disponibile laddove i sistemi a base di mercurio non potevano essere utilizzati in precedenza.

Questi LED possono quindi essere integrati in vari sistemi per il trattamento di acqua, aria e superfici. Questi sistemi funzionano anche con l'imballaggio LED per disperdere il calore e migliorare l'efficienza del processo di disinfezione.


Tempo post: Dec-02-2020